Archivi del mese: agosto 2013

(Untitled)

Manuela Giacchetta

UntitledNei film è tutto facile.

Il protagonista che attraversa il suo periodo nero, se la cava con uno o due minuti di musica melensa, magari mentre guarda la pioggia battere contro il vetro, o mentre fissa un indefinito vuoto, rigorosamente seduto. Oppure mentre passeggia col bavero alzato del cappotto e, toh, al limite inizia a piovere e non ha l’ombrello.

Con un regista più clemente, il protagonista se la cava con una striminzita scritta un anno più tardi. E  se gli va bene, anche solo con un mese dopo.

Nella vita vera invece, è tutta un’altra faccenda. I giorni te li devi sgranare uno a uno. Che fossero solo i giorni, sarebbe già tanto, perché nella vita vera esistono pure i minuti. E sono sempre i minuti che fanno la differenza.

I minuti stipati in ventiquattro ore sono un esercito, in certe giornate. E se le giornate no sono tante…

View original post 172 altre parole

Annunci